info@scarabeolab.it

Macchinari innovativi: 265 milioni di euro per la transizione green e tecnologica al Sud!

Macchinari innovativi: 265 milioni di euro per la transizione green e tecnologica al Sud!

A distanza di più di 6 mesi dal Decreto Ministeriale di ottobre 2019, il MISE ha finalmente dato il via, definendo termini e modalità di presentazione delle domande di agevolazioni, punteggi, condizioni e soglie minime di ammissibilità, al nuovo bando “Macchinari Innovativi” che prevede, su un monte complessivo di 265 milioni di euro, di finanziare programmi di investimento diretti a consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa ovvero a favorire la transizione del settore manifatturiero verso il paradigma dell’economia circolare.

Si tratta di un intervento poderoso rivolto al Sud ed nello specifico alle regioni della Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, le cui imprese potranno compilare la domanda di accesso alle agevolazioni a partire dalle ore 10.00 del 23 luglio 2020, con invio successivo a partire dal 30 luglio.

Il bando sostiene i programmi di investimento, come anticipato, su due grandi versanti:

  • la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa mediante l’utilizzo delle tecnologie abilitanti afferenti il piano Impresa 4.0 e/o,
  • la transizione dell’impresa verso il paradigma dell’economia circolare,

attraverso l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.

L’appello è rivolto alle micro, piccole e medie imprese (PMI) nonché – fatto estremamente positivo – ai liberi professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali riconosciute, che svolgono attività di impresa nei settori del manifatturiero (lettera C della classificazione ATECO 2007) e dei servizi alle imprese.

Per le imprese che chiederanno di accedere al bando, c’è la possibilità di partecipare autonomamente o in rete, attraverso la creazione di appositi “contratti”. Ogni proponente potrà presentare un piano di investimento con spese non inferiori a euro 400.000,00 e non superiori a euro 3.000.000,00. A fronte di queste cifre, le agevolazioni saranno concesse nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, per una percentuale pari al 75 %.

Macchinari innovativi è quindi un concreto passo verso quel rinnovamento di impresa che nel sud d’Italia stenta a partire e che in molti territori è ancora avanguardia. Uno strumento innovativo negli obiettivi e nella forma delle agevolazioni che può contribuire ad innescare catene di valore positive in grado di rilanciare il meridione. Dalle imprese dell’agroalimentare (tutte presenti all’interno della classe C ATECO) a quelle dei servizi, Macchinari Innovativi può davvero costituire il volano per un rinascimento meridionale nei settori che da sempre lo rappresentano.

2020-07-06T09:25:01+00:00 6 Luglio 2020|News|

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Cookie policy Ok