info@scarabeolab.it

Aperta la Digital Innovation Challenge: servizi e soluzioni digitali innovative

Aperta la Digital Innovation Challenge: servizi e soluzioni digitali innovative

C’è tempo fino a fine febbraio per partecipare alla Digital Innovation Challenge, la competizione UE rivolta alle PMI e alle startup che operano nel settore digitale. In palio premi a partire da 50mila euro per le tre migliori aziende finaliste.

Le aziende che prenderanno parte alla competizione dovranno sviluppare servizi o soluzioni innovative, basate sul portfolio di open and reusable solutions della Commissione UE, che possano essere integrate nel proprio modello di business.

Queste soluzioni non sono altro che software e strumenti di cui può servirsi liberamente qualsiasi entità pubblica e privata in ambito digitale (ad esempio eID, eArchiving, EU Survey). Con la Digital Innovation Challenge, infatti, la Commissione europea sperimenta nuovi metodi di interazione con PMI e startup con lo scopo ultimo di stimolare la consapevolezza e l’adozione di soluzioni open riutilizzabili.

I progetti proposti dovranno:

  • rafforzare l’offerta di servizi esistenti utilizzando soluzioni standard,
  • facilitare le operazioni transfrontaliere e l’accesso ai mercati paneuropei,
  • raggiungere un livello più elevato di sicurezza, interoperabilità e conformità dei servizi e delle soluzioni offerte.

L’iniziativa è di particolare interesse per quelle imprese di piccole dimensioni che vogliano accelerare la propria crescita facendo leva su sistemi e componenti già esistenti.

Perché vale la pena partecipare?
I partecipanti al concorso avranno a disposizione diversi vantaggi, come la possibilità di creare un network con altre aziende nel settore, l’accesso a nuove competenze e un percorso di consapevolezza circa i metodi con cui garantire un valore aggiunto alla propria attività.

Le idee verranno valutate da una commissione di esperti sul tema della trasformazione digitale in base ad alcuni criteri come l’attuabilità, la pertinenza e la scalabilità del progetto.

Le aziende le cui proposte rientreranno tra le migliori dieci saranno invitate a un co-creation bootcamp di una giornata.

Le tre aziende migliori riceveranno nell’ordine: 50mila euro la prima classificata, 20mila euro la seconda e 10mila euro la terza classificata.

Le domande devono essere inviate entro il 28 febbraio 2020.

2020-02-06T10:09:24+01:00 6 Febbraio 2020|News|

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Cookie policy Ok