info@scarabeolab.it

INVITALIA – Cultura Crea 2.0

INVITALIA – Cultura Crea 2.0

Un nuovo Cultura Crea per il sostegno alle attività imprenditoriali e del terzo settore 

Con decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo dell’11 maggio 2016, è stato istituito un regime di aiuto per lo sviluppo ed il sostegno di attività imprenditoriali e del terzo settore nella filiera culturale e creativa finalizzate allo sviluppo ed al consolidamento del settore produttivo collegato al patrimonio culturale italiano, denominato “Cultura Crea“. Il decreto del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo del 10 dicembre del 2020 ha introdotto alcune modifiche ed integrazioni rispetto alla disciplina di cui al decreto 11 maggio 2016, adottando il programma “Cultura Crea 2.0“.

Il programma di aiuto Cultura Crea 2.0 si divide in tre linee di azione.

TITOLO II – INTERVENTI PER LE NUOVE IMPRESE DELL’INDUSTRIA CULTURALE

  • possono accedere le imprese che risultano costituite da non oltre trentasei mesi alla data di presentazione della domanda di
    agevolazione in forma societaria di capitali o di persone, ivi incluse le società cooperative;
  • posso accede le imprese iscritte nel Registro delle Imprese territorialmente competente;
  • possono altresì accedere le persone fisiche che intendono costituire un’impresa.

I programmi di interventi devono essere relativi alle attività elencate nell’Allegato 1 della Direttiva Operativa del programma Cultura Crea 2.0. L’intensità di aiuto sono elevate del 10% in caso di impresa formata da soggetti giovanili o femminili o in possesso di rating  di legalità.

Alle imprese beneficiarie del Titolo II possono essere altresì concessi servizi di tutoraggio tecnico – gestionale. Il valore complessivo dei servizi erogati è pari al massimo a 10.000 euro, concessi in forma di fondo perduto.

 

TITOLO III- INTERVENTI PER LE IMPRESE DELL’INDUSTRIA CULTURALE, TURISTICA

  • possono accedere le imprese che risultano costituite da non meno di trentasei mesi alla data di presentazione della domanda
    di agevolazione in forma societaria di capitali o di persone, ivi incluse le società cooperative;
  • possono accedere le imprese iscritte, alla data di presentazione della domanda, nel Registro delle Imprese territorialmente competente.

I programmi di intervento devono essere relativi a una o più delle attività economiche elencate all’Allegato 2 ed avente un legame funzionale con uno o più attrattori di cui all’Allegato 4. della Direttiva Operativa del programma Cultura Crea 2.0. L’intensità di aiuto sono elevate del 10% in caso di impresa formata da soggetti giovanili o femminili o in possesso di rating  di legalità.

Alle imprese beneficiarie del Titolo III possono essere altresì concessi servizi di tutoraggio tecnico – gestionale. Il valore complessivo dei servizi erogati è pari al massimo a 10.000 euro, concessi in forma di fondo perduto.

 

TITOLO IV – INTERVENTI PER IL TERZO SETTORE NELL’INDUSTRIA CULTURALE

  • possono accedere alle agevolazioni i soggetti del terzo settore. Nelle more dell’operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore il requisito dell’iscrizione al detto registro è soddisfatto dall’iscrizione, alla data di presentazione della domanda, ad uno dei registri previsti dalle norme di settore

I programmi di intervento devono essere relativi a una o più delle attività elencate all’Allegato 3 ed avente un legame funzionale con uno o più attrattori di cui all’Allegato 4 della Direttiva Operativa del programma Cultura Crea 2.0. L’intensità di aiuto sono elevate del 10% in caso di impresa formata da soggetti giovanili o femminili o in possesso di rating  di legalità.

Ai soggetti beneficiari del Titolo IV possono essere altresì concessi servizi di tutoraggio tecnico – gestionale. Il valore complessivo dei servizi erogati è pari al massimo a 10.000 euro, concessi in forma di fondo perduto.

NB: ore 24.00 del 29 marzo 2021 è stato formalmente chiuso il vecchio sportello di Cultura Crea (disciplinata dal Decreto Mibact n. 576 del 10 dicembre 2020, che modifica il precedente Decreto Mibact dell’11 maggio 2016.

A chi è rivolto: enti-terzo-settore, medie-imprese, microimprese, piccole-imprese, reti-di-imprese
Tipologia di finanziamento: Titolo II: fondo perduto al 40% + finanziamento agevolato tasso 0 all'40%; Titolo III: fondo perduto al 20%; finanziamento agevolato tasso 0 al 60%; Titolo IV: fondo perduto all'80%.
Scadenza: 31-12-2022

Se vuoi ulteriori informazioni su questo bando e/o vuoi ricevere gratuitamente il nostro bollettino mensile con altre possibilità di finanziamento, compila il modulo:

    Nome (obbligatorio)

    Email (obbligatorio)

    Oggetto

    Messaggio

    [recaptcha size:compact id:google-captcha]

    2022-06-08T22:33:19+01:00 6 Aprile 2021|

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Cookie policy Ok